Dal 2013 sono libera professionista e lavoro privatamente come psicologa e psicoterapeuta dell’età evolutiva.

L’ orientamento teorico che seguo è quello psicodinamico, ma non escludo o dimentico gli altri orientamenti.

Dal punto di vista della pratica clinica cerco di capire ciò che mira a far star meglio i bambini e i ragazzi e cosa può rendere più efficace il percorso con loro. Per cui di norma lavoro anche con i loro genitori.

Lavoro con i bambini da quando ho terminato l’università. I primi anni ho lavorato come educatrice, poi nella scuola dell’infanzia del Comune di Modena come insegnante di sostegno e poi come insegnante di sezione titolare. Ho imparato sul campo lo sviluppo del bambino e la sua personalità e come si muove il suo ambiente familiare.

 

VALORI

Credo nel valore della cultura come emancipazione della persona e come elemento di progresso. Perciò sostengo un progetto nazionale a favore dei bambini e della famiglie chiamato Nati per Leggere e lavoro per il Sistema bibliotecario Mantovano perché si diffonda anche sul territorio mantovano.

Lavoro inoltre per un’ Associazione di promozione sociale con sede a San Giorgio di Mantova perché credo nel valore della partecipazione delle persone verso un obiettivo comune e trovo impagabile la soddisfazione che si prova a realizzare ciò che prima non c’era.

CONVINZIONI

Sono convinta sia meglio prevenire che curare. Per cui ritengo importante sensibilizzare gli adulti alla relazione con i bambini, fare capire loro che crescere è difficile, che la nostra identità non è non data a priori, ma si costruisce a partire dalle relazioni primarie e che è meglio interrogarsi anche su di sé.

FORMAZIONE

Ho studiato psicologia all’ Università di Padova, scegliendo l’indirizzo clinico e mi sono laureata con una tesi di ricerca sul rapporto tra l’autostima dei bambini stranieri e le relazioni familiari secondo la teoria dell’attaccamento di John Bolwby. Fin dall’università, infatti, ho interesse per le relazioni primarie e come/se queste possano influenzare lo sviluppo psicologico degli individui all’interno della famiglia.

SPECIALIZZAZIONE

Mi sono specializzata al lavoro in psicoterapia infantile a Bologna al Centro Italiano di Psicoterapia Psicoanalitica per l’Infanzia e l’Adolescenza. Durante gli anni di specializzazione mi sono addestrata all’ osservazione clinica dei bambini per numerose ore frequentando le istituzioni che loro vivono, come la scuola (dal nido alle superiori) e il loro ambiente familiare. Mi sono addestrata inoltre con una tecnica inglese chiamata Infant Observation: questa tecnica è molto nota per gli psicoterapeuti infantili ed è un’attività di osservazione molto particolare che permette di conoscere come un neonato cresce in famiglia. La famiglia (che lo psicologo frequenta per un’ora alla settimana almeno per un anno) è sconosciuta. Tutt’ora la ritengo un’esperienza fondativa per il mio lavoro clinico.

AGGIORNAMENTO

Mi tengo aggiornata attraverso seminari, iniziative varie e convegni organizzati dall’Ordine degli Psicologi a cui sono iscritta.

Siccome vivo tra l’Emilia Romagna e la Lombardia che sono terre ricche di Festival, frequento regolarmente due dei festival più importanti che si tengono a settembre di ogni anno: il Festivaletteratura e il Festivalfilosofia, da cui traggo numerosi stimoli per il mio lavoro.

MAESTRI

Sono grata ai miei supervisori perché hanno molto arricchito la mia comprensione del lavoro con i pazienti. E una profonda gratitudine al mio analista per avermi aiutato a sviluppare la comprensione di me stessa e avermi incoraggiata a seguire le mie intuizioni.

E poi penso che bisogna cercare dei maestri, sempre e ovunque, perché ti aiutano a vedere il mondo con occhi nuovi.